ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER



Ricevi HTML?

2014 iscriviti al pdTESSERAMENTO 2014

Aderisci al Partito Democratico

Vieni nella nostra sede provinciale in via XXX Ottobre 19
lunedì dalle 9.00 alle 13.00
dal martedì al venerdì dalle 14.00 alle 18.00

Per informazioni:
Tel. 040 366833  email trieste@pd.fvg.it

 

2014 iscriviti al pd TESSERAMENTO 2014

Aderisci online al Partito Democratico

Con noi per l'Italia giusta

Per maggiori informazioni:
https://adesioni.partitodemocratico.it/

Nessun evento

 

 

 

 

 

 

ANCORA SUL PASSATO.. / ŠE O PRETEKLOSTI..

Il capogruppo FI in consiglio comunale Everest Bertoli ci chiede di non difendere per calcoli politici il presidente del consiglio comunale Furlanič. Consentitemi di cogliere l’occasione per esprimere alcuni pensieri.

Načelnik svetniške skupine FI v občinskem svetu Everest Bertoli nas poziva, naj ne branimo predsednika občinskega sveta Furlaniča zaradi političnih računic. Naj ob tej priložnosti izrazim nekaj misli. 

http://stefancokinho.tumblr.com/post/102361580244/ancora-sul-passato-se-o-preteklosti

Comunicato Stampa 04.11.2014

Le Cooperative operaie costituiscono una realtà molto importante per il tessuto economico e sociale di Trieste e non solo. Proprio per questo, nel seguire con grande partecipazione la vicenda che le vede coinvolte, individuiamo quali obiettivi primari della gestione della crisi la tutela di tutte le persone coinvolte, ovvero dei diritti degli oltre 600 lavoratori e dei 17.000 soci prestatori, come anche l’accertamento rapido e rigoroso delle responsabilità che hanno portato all’attuale situazione.

L’individuazione di tali responsabilità è esclusiva competenza – ci teniamo a ricordarlo, una volta di più – degli organi preposti, cui va la nostra fiducia: qualsiasi tentativo di strumentalizzazione politica della vicenda ci appare di conseguenza non solo scorretto e inopportuno, ma anche potenzialmente molto dannoso nella risoluzione di una crisi che invece richiede la fattiva collaborazione di tutte le componenti istituzionali e sindacali del nostro territorio, oltre che del mondo cooperativo e creditizio.

In tal senso hanno operato finora le Amministrazioni pubbliche, il Comune di Trieste e la Regione, mostrandosi da subito sensibili e vicini alle necessità di chi in queste settimane è giustamente preoccupato per i propri risparmi e per il proprio posto di lavoro. E così siamo certi che continueranno ad agire: questa dev’essere anche la preoccupazione nostra e di tutte le altre forze politiche.

Appare quanto mai urgente e opportuna una ridefinizione degli strumenti legislativi in possesso della Regione perché questa possa esercitare in forma piena ed efficace la propria funzione di controllo sulle realtà cooperative del territorio, è quindi importante che l’Amministrazione regionale si sia già mossa in tal senso.

Ma la vicenda delle Cooperative operaie, oltre a suggerire la revisione degli strumenti di controllo da parte delle istituzioni, dovrà portare con sé anche un profondo ripensamento delle pratiche, di gestione amministrativa e industriale che talvolta caratterizzano le realtà della cooperazione di consumo. Le singole Cooperative presenti sul territorio vanno sicuramente distinte l’una dall’altra, ma è interesse comune a tutte, proprio per evitare impropri fenomeni di assimilazione da parte dell’opinione pubblica e dei soci risparmiatori, operare insieme a istituzioni e sindacati nell’ottica di un principio di massima trasparenza e garanzie.    

La segreteria provinciale del PD di Trieste